Ford F-150 scusato dal richiamo dei regolatori

  • Joseph Hancock
  • 0
  • 2778
  • 171

Mentre altre case automobilistiche si stanno arrampicando con richiami di massa, Ford sta schivando una delle sue.

La National Highway Traffic Safety Administration (NHTSA) ha annunciato che le indagini su un problema di accelerazione e perdita di potenza sulla Ford F-150 2011-2013 si sono concluse e non sarà necessario alcun richiamo. Dopo aver ricevuto almeno 95 denunce di riduzione della potenza del motore durante le forti accelerazioni sui pickup F-150 equipaggiati con il motore EcoBoost da 3,5 litri, Ford ha determinato una causa e una correzione.

VEDERE ANCHE: Pickup Ford F-150 sotto sonda di sicurezza per problemi al motore

Il problema è legato alla condensa nel radiatore dell'aria di sovralimentazione (CAC) in condizioni di guida umide o piovose. Secondo la casa automobilistica americana, troppa acqua veniva rilasciata nella miscela aria-carburante e causava incendi al cilindro. Il sistema di gestione del motore su quei pickup F-150 è progettato per disabilitare fino a due dei cilindri di mancata accensione per non più di 30 secondi per aiutare a prevenire danni ai convertitori catalitici. La società ha suggerito che il problema potrebbe causare un errore in un massimo di tre cilindri e i test condotti hanno scoperto che i pickup continuano a mantenere la velocità e l'accelerazione, ma a una velocità inferiore al normale.

Ford ha installato uno scudo deflettore nel CAC sui veicoli interessati per impedire l'eccessiva condensa che entra nei cilindri. Si dice che la soluzione sia efficace in almeno il 95 percento dei casi.

Il problema riguardava quasi 400.000 camioncini F-150 degli anni modello 2011-2013.

Discuti questa storia nel nostro forum Ford




Nessun utente ha ancora commentato questo articolo.

Ti diremo tutto sulle auto nuove e usate, così come parti e accessori per loro
Recensioni di auto nuove e usate, prezzi, specifiche, video. Ti aiuteremo a trovare nuovi prestiti auto e ottenere le quotazioni dei concessionari